nietzsche

Riassunto di una campagna referendaria

Ci si divide in due squadre (almeno due).

I militanti del gruppo X asseriscono di avere dalla loro parte i fatti, i numeri, le evidenze.

Altrettanto fanno i militanti del gruppo Y. No, cari X, i fatti dimostrano che abbiamo ragione noi.

Scendono in campo gli accademici.

L’economista A presenta prove incontrovertibili. Il gruppo X ha ragione.

Arriva l’economista B, nuovi numeri e certezze. Il gruppo Y ha ragione.

Arriva il giornalista.
L’articolo dev’essere equilibrato. Citiamo gli accademici.
O gli altri giornalisti, che hanno citato gli accademici e tre politici a scelta (per equilibrare) che citavano gli accademici.
Il titolista decide chi ha ragione.

L’indeciso, che non è mai così indeciso, ti dice “Ehi ma tu mi devi portare i fatti, sennò come faccio a decidere”.
Il militante X gli porta i suoi fatti.

No, non va bene, voglio anche quelli del militante Y.

Due versioni diverse, l’indeciso chiede un articolo di giornale o l’opinione di qualche accademico per poter decidere come decidere.
Io voglio l’oggettività, non posso scegliere, altrimenti. Dopodiché va a sensazione e compie la sua scelta che definisce razionale: perché ho valutato i fatti.

Nietzsche vomita e chiede di farlo scendere.

Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.